Una mountain bike per l'uguaglianza sociale

mountaintomointain.jpg
Shannon Galpin è un'atleta americana che, con intraprendenza, ha sposato una causa ambiziosa: sfidare le convenzioni sociali dell'Afghanistan.

Nel 2009 è stata la prima ciclista a solcare la valle del Panjshir; in sella alla propria mountain bike, Shannon Galpin, ha pedalato su quegli altipiani dove l'uso della bicicletta, come quello della moto, è stato a lungo proibito alle donne.

Successivamente a questa avventura l'incontro con la figlia del coach della squadra maschile di ciclismo, una ragazza che desiderava trovare un'altra donna come lei con la voglia di pedalare. Questo incontro è stato foriero di un progetto di emancipazione, un cambiamento significativo di usi e costumi che ha portato alla creazione di un squadra nazionale femminile di mountain bike. Il team è formato da 45 atlete e ha gareggiato per la prima volta a Incheon lo scorso 19 settembreai Giochi Asiatici 2014.

La giovane formazione della squadra ha richiesto un'accelerazione nei tempi di allenamento, con sessioni massacranti ma, allo stesso tempo, con una grande motivazione a nutrire forza e coraggio di queste atlete.

Dopo i Giochi Asiatici il prossimo obieettivo sono le Olimpiadi 2020 in Giappone.

“La strada è ancora lunga – spiega Shannon -. Le ragazze hanno alle spalle un anno o due di bicicletta, non di più. Intensificheremo i nostri allenamenti perché il livello della concorrenza è alto e la sfida è impegnativa. La federazione è appena nata, non ha soldi né personale. Tutte le attenzioni di tifosi e istituzioni sono rivolte a cricket e calcio, inoltre ci scontriamo con la questione di genere che a queste latitudini è un tema delicato”.

Vi lasciamo con l'intervento di Shannon al Tedx Talk.

fonte: http://urbancycling.it/16579-vienna-bike-by-valentin-vodev/

Post in evidenza
Post recenti
Archive
Search By Tags