Un ponte per un anello..

diga-sangio.jpg
A San Giovanni Lupatoto ultimamente c'è un gran fermento per il mondo delle ciclabili.. tra l'annuncio della realizzazione del bicigrill e la notizia dell'intenzione di partecipare al bando Regionale di co-finanziamento della pista delle Risorgive, il comune Lupatotino punta a diventare un polo attrattore per ciclisti.

Ieri un'altra notizia ha parlato del comune in relazione ai percorsi cilcabili: si realizzerà una passerella per chiudere l'Anello dell'Adige.

Ora che la ciclabile della sponda sinistra dell'Adige che scende da San Michele fino a Zevio, attraversando Bosco Buri arrivando a Ponte Perez, è stata completata si presenta la necessità di creare dei punti intermedi di attraversamento del fiume per soddisfare i numerosi e differenti utenti.

Il percorso da poco realizzato è lungo 15 chilometri, circa, e attraversa la località Pontoncello dove c'è un'area pic-nic ben attrezzata e qualche chilometro più avanti incontra un'altra area di sosta fornita di tutti gli strumenti utili ai ciclisti. Sono tutti luoghi immersi nel verde e di notevole interesse ambientale.

Il passo del prossimo futuro è quello, infatti, di creare un attraversamento intermedio del fiume Adige, sfruttando la diga presente a San Giovanni Lupatoto. Su questa infrastruttura, di proprietà dell'Enel, sorgerà una passerella cilopedonale finanziata da Enel Green Power. L'opera risponderà alla necessità di creare un collegamento diretto tra il comune Lupatotino e la sponda veronese dell'Adige oltre a dare la possibilità ai ciclisti di diversificare i propri circuiti.

Post in evidenza
Post recenti
Archive